Home

Accedi



Chi è online?

 21 visitatori online
AIRIN - Ingegneri per l'Innovazione
Rivista IORoma 2/2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Admiin   
Giovedì 23 Ottobre 2014 16:56

E' stata pubblicata la Rivista IORoma dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma 2/2014

 
La nomina del direttore dell’AGID: i tempi della scelta condizionano il valore della stessa PDF Stampa E-mail
Scritto da Admiin   
Lunedì 07 Luglio 2014 09:21

 

Prendendo a spunto la “prossima” scelta che il governo e/o il ministro Madia sta per fare sul direttore dell’Agenzia digitale per l’Italia viene naturale far due riflessioni sulle dinamiche delle scelte e dei tempi a loro connesse.

Il 3 giugno scorso  il direttore generale precedente, Ragosa, ha dato le sue dimissioni e ha ” manifestato la propria disponibilità a rimanere in carica fino all’insediamento del suo successore”. Soprattutto considerando il periodo “caldo” dovuto all’entrata in vigore il 6 giugno della “fatturazione elettronica” per tutti i fornitori della PA con un prevedibile e significativo  impatto organizzativo. Se da una parte ci sarà maggiore trasparenza e certezza sui tempi di pagamento, nell’immediato, soprattutto i soggetti esclusi dal mercato MEPA, avranno notevoli problematiche tecniche e non solo. Tanto per fare un esempio, colui che deve fare all’università una fattura per una attività episodica od economicamente contenuta dovrà dotarsi di tutto quello che la fatturazione elettronica implica?[...]

[continua a leggere]: http://www.airin.it/caffeit/la-nomina-del-direttore-dellagid-i-tempi-della-scelta-condizionano-il-valore-della-stessa/

 

 
Dirigere sistemi informativi pubblici PDF Stampa E-mail
Scritto da Admiin   
Giovedì 26 Giugno 2014 13:16

 

In questo breve post mi fa piacere condividere con tutti voi l’esperienza attualmente in corso di responsabile dei sistemi ICT dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, ente pubblico che gestisce 23.000 iscritti ed è considerato fra i più grandi d’Europa.

Gli obiettivi che ci si è dati son stati quelli di una maggiore sicurezza ed  affidabilità generale dei sistemi, maggiore flessibilità delle comunicazioni e recupero delle significative morosità in essere.

 

Infatti al di là dell’apparenza e delle forme esteriori delle interfacce e dei sistemi vs il mondo internet la stabilità e la qualità dei sistemi a protezione e conservazione dei dati sono fondamentali per garantire la piena efficienza.[...]

[continua a leggere]: http://www.airin.it/caffeit/dirigere-sistemi-informativi-pubblici/ 

 

 
Primato giuridico o tecnico/digitale? Che formazione devono avere i vertici dell’innovazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Admiin   
Giovedì 26 Giugno 2014 09:13

 

1.) IL PRIMATO DEL DIRITTO.

In Italia abbiamo una forte tradizione e cultura giuridica dai tempi di Giustiniano e dell’Impero Romano. La cultura latina ha dato molto in termini di civilizzazione e ancora oggi nei luoghi decisionali pubblici abbiamo moltissime figure con un background formativo prevalentemente giuridico.

Il sistema giuridico è la “libertà realizzata” ed è alla base della morale ed etica di un popolo: un ruolo, pertanto, fondamentale e cruciale nella vita dello e nello STATO.

Il diritto regola la proprietà, delle persone con le cose attraverso il contratto che ha appunto come oggetto una “cosa esterna” alle volontà delle parti.

Potremmo continuare ma già da queste due ultime affermazioni si percepisce la centralità e criticità del diritto nella regolazione delle volontà e del loro rapporto con le cose del “mondo”.

La conoscenza dello stesso e soprattutto delle varie fattispecie contrattuali è pertanto sicuramente un elemento indispensabile nei posti di responsabilità.

2.) IL PRIMATO TECNICO/DIGITALE.[...]

[continua a leggere]:  http://www.airin.it/caffeit/primato-giuridico-o-tecnicodigitale/

 
Cultura del dato vs la cultura del documento PDF Stampa E-mail
Scritto da Admiin   
Mercoledì 25 Giugno 2014 16:33

 

Si dibatte molto sulla cultura dei dati contro la cultura del documento. In questo si vuole affermare la natura dinamica e digitale del “dato” che può essere condiviso, trasmesso e facilmente archiviato rispetto a quella tipica e tradizionale statica del “documento” cartaceo. In effetti i dati nella PA rappresentano il grande patrimonio pubblico che se opportunamente valorizzati, scambiati e conservati possono indurre forti risparmi di costi e soprattutto di tempi per i cittadini che troppe volte si trovano ad essere soggetti passivi di scambio di dati fra amministrazioni che non comunicano fra loro.

D’altra parte di questi concetti e di queste idee se ne parla almeno da 10 anni e la cooperazione applicativa è una tecnologia ed una soluzione matura fin dagli inizi del 2000 ma ancora non si sono viste soluzioni di rilievo.

Ed allora perché se ne parla tanto ma continuiamo a far muovere i cittadini da un ufficio all'altro? Dove è il vero problema? Che azioni possono esser fatte per cambiare il paradigma?[...]

[continua a leggere]: http://www.airin.it/caffeit/cultura-del-dato-vs-la-cultura-del-documento/ 

 
« InizioPrec.11121314151617181920Succ.Fine »

Pagina 16 di 28